In evidenza

Matera, 'Gli strumenti di A.D.R. nel diritto positivo e vivente'

MATERA - Il prossimo 12 Gennaio, alle ore 17.30, presso la libreria Di Giulio a Matera (Via Dante Alighieri 61) si terrà l’incontro “Gli ...

venerdì 5 febbraio 2016

A Bari un convegno sui bambini plusdotati

di Redazione - Sabato 6 dicembre convegno a Bari organizzato da cittadeibimbi.it. Per la prima volta il Lab Talento dell’Università di Pavia si presenta al Sud. Tema: bambini plusdotati, sostenere l’alto potenziale a scuola e in famiglia. I lavori saranno trasmessi in diretta streaming dalla web tv del Politecnico di Bari su http://webtv.poliba.it.

Talento, plusdotazione, genialità: in Italia 5 bambini ogni 100 sono dei “piccoli geni”, bambini distratti, iperattvi, intelligentissimi che avrebbero bisogno di un trattamento speciale ma di loro nessuno si accorge. Sono bambini invisibili!

Come fa un genitore a riconoscere se suo figlio è un bambino ad alto potenziale? A chi rivolgersi? Cosa può fare la scuola per loro? A che punto è la ricerca in Italia e cosa si fa per loro negli altri Paesi?

“Sono talenti che se non vengono coltivati si perdono – dice la professoressa Maria Assunta Zanetti, direttrice del LabTalento dell’Università di Pavia, il primo centro di ricerca italiano dedicato al talento e alla plusdotazione.

Bambini plusdotati: sostenere l’alto potenziale a scuola e in famiglia è il titolo del convegno che si terrà a Bari il 6 febbraio presso la sede di Confindustria Bari-Bat, in via Amendola 172 R, dalle ore 8.30 alle 14.

Duplice l’obiettivo del convegno: sensibilizzare genitori, medici, pediatri, psicologi, insegnanti per un precoce riconoscimento dei talenti e creare una rete pluridisciplinare per la divulgazione sull’alto potenziale cognitivo nei più piccoli a supporto di famiglie e scuole.

Saranno presentati modelli didattici per le scuole, proposte per accompagnarli durante il percorso scolastico fino al mondo del lavoro. Illustreremo le esperienze già realizzate in Lombardia. Saranno raccontate storie vere. Storie di diagnosi sbagliate e di alunni incompresi nelle aule scolastiche. Storie di genitori erranti alla ricerca di aiuti validi per la crescita di bambini “accelerati”.

Il convegno, moderato dalla giornalista Claudia Cichetti, è organizzato da cittadeibimbi.it, portale web di informazione tematica per scuole e famiglie diretto dalla giornalista Elisa Forte.

L’appuntamento è sostenuto da Confindustria Bari-Bat, Politecnico di Bari, LAB TALENTO –Università Pavia, Italiana Congressi, Asl Bari e CreAttiva Crescere e annovera il patrocinio del Comune di Bari, del Ministero dell’Istruzione e della Ricerca e dell’Università degli Studi di Bari.

I lavori saranno trasmessi in diretta streaming dalla web tv del Politecnico di Bari su http://webtv.poliba.it.

LA GIORNATA: Dopo i saluti istituzionali del sindaco Antonio Decaro, del presidente di Confindustria Bari-Bat Domenico De Bartolomeo e dei rettori Antonio Felice Uricchio (Università) ed Eugenio Di Sciascio (Politecnico) sarà la professoressa Maria Assunta Zanetti, direttore del Lab Talento dell’Università di Pavia ad introdurre il tema e ad illustrare le chiavi dell’inclusione dei bambini plusdotati.

Sul versante didattico ci sarà la testimonianza della dirigente scolastica Donatella Penna della Scuola Educa il Talento. Sui vissuti familiari e i bisogni irrinunciabili dei bambini si soffermeranno rispettivamente Rosalinda Cassibba direttore del Dipartimento Scienze della Formazione, Psicologia e Comunicazione dell’Università di Bari e la psicopedagogista Angela Maria Nitti, consulente medico di cittadeibimbi.it e fondatrice di CreAttiva Crescere.

Un ruolo importante nel percorso di crescita ideale dei piccoli geni lo riveste Confindustria che grazie agli interventi di Laura Ruggiero vicepresidente dell’associazione degli industriali di Bari-Bat e di Cesare De Palma delegato del presidente all’Education illustrerà best practices già avviate nelle scuole di Bari e le visioni e le prospettive del sistema industriale riguardo ai talenti.

Chiude i lavori Francesco Forliano, neodirigente responsabile dell’Ufficio Scolastico Provinciale Bari. Partecipano Paola Romano Assessora alle Politiche Educative del Comune di Bari, Vito Lacoppola Consigliere Delegato per la Programmazione della rete scolastica, Edilizia scolastica e Patrimonio del territorio metropolitano “Città Metropolitana di Bari” e Marco Bronzini Componente del “Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione.

Nessun commento:

Posta un commento