In evidenza

Matera, 'Gli strumenti di A.D.R. nel diritto positivo e vivente'

MATERA - Il prossimo 12 Gennaio, alle ore 17.30, presso la libreria Di Giulio a Matera (Via Dante Alighieri 61) si terrà l’incontro “Gli ...

domenica 28 febbraio 2016

12° Congresso nazionale AGE, Associazione Geriatri Extraospedalieri

Dal 3 al 5 marzo 2016 si terrà a Bari, presso il centro congressi del Nicolaus Hotel il 12° congresso nazionale dell’AGE, Associazione di riferimento per la Geriatria Territoriale, con il Patrocinio del Ministero della Salute, della Società Italiana di Geriatria e Gerontologia, dell’Università degli Studi Bari “Aldo Moro”, dell’ Ordine dei Medici di Bari e dell’ASL Bari.

A distanza di 10 anni l’Associazione Geriatri Extraospedalieri ritorna in Puglia, ricca dell’esperienza accumulata in questo decennio nell’organizzare ed ottimizzare sul territorio una rete assistenziale attenta ai problemi dell’anziano fragile e dei caregiver. E’ proprio l’anziano fragile, con le sue patologie croniche e con le sue fasi di acuzie, a rendere l’assistenza domiciliare la strategia più adeguata ed efficace.

Il congresso nazionale affronterà le tematiche legate alle condizioni cliniche ed ai setting assistenziali con uno sguardo al futuro della teleassistenza e della domotica; trasferire sul territorio ed a domicilio la qualità e la sicurezza dell’assistenza sanitaria con i sistemi di tele-monitoraggio consente, infatti, di fornire risposte assistenziali efficaci e personalizzate. Il presidente nazionale AGE, Dr. Salvatore Putignano, ed il Presidente AGE Puglia, Dr. Francesco Badagliacca, accoglieranno le Autorità ed i numerosi delegati iscritti, aprendo i lavori alle 10.30 di giovedì 3 marzo.

Sono stati invitati a portare il saluto il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, l’Assessore al Welfare della Regione Puglia, Salvatore Negro, il Direttore Generale dell’ASL Bari, Vito Montanaro ed il Presidente dell’Ordine dei Medici di Bari, Filippo Anelli. Nel corso delle 3 giornate previste, 63 tra relatori e moderatori, provenienti da tutto il territorio nazionale, approfondiranno criticità quali la malnutrizione, le demenze, l’ortogeriatria, la gestione della terminalità con le cure di fine vita, le indicazioni e i limiti di pratiche cardiologiche e bronco-pneumologiche.

Il programma, così ampio e complesso, vuole fornire nozioni, aggiornamenti, nuova cultura, non solo alla classe medica e delle altre professioni sanitarie, ma anche alle diverse professionalità che ruotano oggi intorno all’anziano fragile e che compongono la rete assistenziale socio-sanitaria. Il congresso è accreditato ai fini del programma di educazione continua in medicina del Ministero della Salute e prevede crediti formativi per medici specialisti in geriatria e branche affini, medici di medicina generale, psicologi, tecnici ortopedici, fisioterapisti, infermieri, educatori professionali e terapisti occupazionali.

Nessun commento:

Posta un commento