In evidenza

Matera, 'Gli strumenti di A.D.R. nel diritto positivo e vivente'

MATERA - Il prossimo 12 Gennaio, alle ore 17.30, presso la libreria Di Giulio a Matera (Via Dante Alighieri 61) si terrà l’incontro “Gli ...

mercoledì 9 dicembre 2015

A Lecce le possibili misure a tutela del credito erariale

LECCE - «Le possibili misure a tutela del credito erariale» è il tema del convegno che si terrà giovedì 10 dicembre, a partire dalle 15, all’Hilton. L’iniziativa è promossa dall’Associazione italiana dottori commercialisti (Aidc) di Lecce, da Laica - Associazione di imprese e professionisti del Salento e dall’Ordine degli avvocati di Lecce.Aprirà i lavori Roberto Fatano, presidente di Laica. Seguiranno i saluti di Giuseppe Tamborrino, presidente Aidc, Rosario Giorgio Costa, presidente provinciale dell’Ordine dei commercialisti, Raffaele Fatano, presidente provinciale dell’Ordine degli avvocati e Isabella Corrado, direttore provinciale dell’Agenzia delle Entrate. Prenderanno la parola, poi, Maria Rosaria Cataldi, funzionario dell’Agenzia delle Entrate che approfondirà i temi su fermo amministrativo, sequestro conservativo ed ipoteche; Michele Minonne, direttore di Equitalia Sud per Lecce, che parlerà dell’esperibilità del fermo amministrativo a cura del concessionario; Leonardo Leo, tributarista, spiegherà il sequestro preventivo finalizzato alla confisca e ai reati tributari; Carlo Picuno, giudice tributario e viceprocuratore generale della Corte dei Conti di Puglia su «Sospensione giudiziale dell’atto impugnato in Commissione tributaria nell’attuale normativa». Chiuderà i lavori Fernando Cazzella, dottore commercialista ed esperto tributario, che parlerà della documentazione contabile utile a comprovare il periculum in mora. Modera Claudio Leuci, giudice tributario, dottore commercialista e segretario Aidc Lecce. Patrocinano l’evento l’Ordine dei commercialisti e l’Associazione magistrati tributari.

Gli argomenti sono tutti di stringente attualità e di grande interesse. Agli iscritti all’Ordine degli avvocati saranno riconosciuti i crediti per la formazione professionale continua.

Nessun commento:

Posta un commento